Il progetto vitivinicolo che ha dato vita all’azienda Poggio Mori è nato nel 2006.

Dei 25 ettari dell’azienda, 8,5 ettari sono di vigneti, distinti in 6,5 ha di Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Petit Verdot e Merlot, che nel 2012 hanno iniziato a regalare i loro frutti, dai quali si è iniziato ad ottenere i primi vini.

Nella primavera del 2018, con la collaborazione e la supervisione dell’enologo Federico Staderini, è stato realizzato un impianto ad alta densità, di 1,7 ettari di Marsenne, Roussanne, Viogner bianco e Trebbiano rosa, per la produzione di vini bianchi/rosati, prevista per il 2021. Inoltre, sono presenti 0,3 ettari di Malvasia e Trebbiano, per la produzione del vinsanto.

Gli appezzamenti vitati sono stati impostati sin dal principio in modo tale da ottenere una produzione che rispondesse ai massimi livelli qualitativi.

Si è partiti con la scelta del sesto d’impianto, con 8800 ceppi di vite per ettaro, allevati secondo guyot. In vigna le rese per ettaro sono volutamente mantenute basse, cosicché i grappoli, selezionati in campo, che arrivano in cantina per essere lavorati, sono puntualmente sani e schietti, ricchi di proprietà organolettiche.

Tutto il lavoro nei vigneti, dalla potatura al raccolto, viene eseguito manualmente, in modo che ogni pianta riceva la massima cura.

Dal punto di vista enologico, a seguire, nel segno della massima tipicità, l’approccio è rivolto a esaltare tutto quanto la stagione e il territorio sono stati capaci di esprimere nel frutto. Dopo la vinificazione, portata avanti controllando scrupolosamente ogni passaggio produttivo, il vino passa alla fase dell’invecchiamento.
L’amore per le proprie terre e per le proprie vigne; obiettivi, perseguiti con passione, come ottenere produzioni di qualità e il rispetto dell’ambiente: sono questi i motivi-guida della cantina POGGIO MORI, fiera delle sue “etichette: Sertorius, Blu di Vigna e Vin Santo, vini biologici certificati, espressione fedele del “terroir “di cui sono figlie e sinonimo di grande qualità.

Nell’azienda, a conduzione familiare, si producono attualmente 25.000 bottiglie ottenute tutte da uva di produzione propria.