Il podere contiene 6,5 ettari di vigneti, circondati da una campagna lussureggiante.
Inizialmente i vigneti consistevano di Sangiovese e piccole quantità di Colorino, Canaiolo nero e Trebbiano; Essendo tutte varietà di uve tipiche toscane. Dai nostri vecchi vitigni Sangiovese produciamo il Bludivigna del Chianti. Nel 2007 solo abbiamo prodotto il vino IGT 'Sertorius' da una selezione di queste vecchie uve.
Con l'aiuto esperto dell'enologo Andrea Franchetti, che ha seguito l'avvio della nostra azienda, abbiamo piantato viti di Bordeaux. Le nuove varietà vengono coltivate con il sistema di guyot, in vigneti molto distanti. La densità di piante, insieme alla selezione dei migliori grappoli e una posizione favorevole, ci fanno ottenere vini di alta qualità.
Tutto il lavoro nei vigneti, dalla potatura al raccolto, viene eseguito manualmente nella nostra azienda, in modo che ogni pianta riceva la massima cura.
Di solito raccogliamo le nostre uve nella seconda metà di ottobre quando le foglie delle piante cominciano a diventare gialle. In questo modo si ottegono frutti con un'elevata concentrazione di zucchero e profumi. Nella cantina, dopo aver rimosso i gambi, le nostre uve vengono collocate in recipienti di acciaio per la fermentazione. Poi, una data selezione di vino da sola viene posta in barrique di quercia in cui la fermentazione è completata. I vini sono invecchiati per circa un anno in vasche di acciaio e, infine, in bottiglia. Per le nostre bottiglie usiamo solo tappi naturali di un pezzo di qualità, prodotti in Sardegna, Italia.